Coniglio domestico

Sai che il coniglio è uno degli animali da compagnia più diffuso al mondo?

È amato per il suo carattere docile e mansueto, per la sua intelligenza, le piccole dimensioni, nonché per il tenero aspetto.

Non è però così semplice prendersi cura di un coniglio domestico: è importante conoscerlo a fondo per donargli una vita lunga e una convivenza felice.

Caratteristiche del coniglio domestico

Coniglio

Il coniglio è un mammifero vertebrato di piccola taglia; questo lo rende spesso un animale da compagnia scelto da chi non ha molto spazio.

Il coniglio non è un roditore come molti credono; appartiene, infatti, alla famiglia dei lagomorfi, un ordine di mammiferi che comprende le famiglie di:

  • Leporidi (lepri e conigli);
  • Ocotonidi (pica);
  • Prolagidi (attualmente estinta).

È un’informazione importante, da cui dipendono alimentazione e cura dei denti dei conigli.

Hanno 4 incisivi, due più dei roditori, ed un apparato digerente completamente diverso.

Ricorda, però, che sono pur sempre animali in grado di rosicchiare, mangiare e incidere coi loro denti materiali diversi e molto duri.

Hanno una vita media abbastanza lunga, dai 5 ai 10 anni, con casi di longevità anche maggiore.

Tutto dipende dalla cura, dalla prevenzione continua, dalla conoscenza delle esigenze e delle possibili malattie a cui un coniglio può andare incontro.

Non è però facile identificare caratteristiche universali e valide per tutti i conigli, date le varie razze esistenti.

Queste, infatti, sono diverse decine e ognuna di esse ha delle specifiche peculiarità.

Per catalogarle è necessario utilizzare criteri e parametri che aiutino a trovare differenze, quali dimensioni, peso e tipo di pelo.

In generale, possiamo dire che i conigli sono caratterizzati da grosse orecchie (in su o in giù a seconda della razza) e coda corta a batuffolo.

Si distinguono dalla lepre per le dimensioni corporee ridotte, soprattutto per orecchie e arti.

Inoltre, rispetto ai cuccioli di lepre, i cuccioli di conigli nascono con le orecchie e gli occhi ancora chiusi e privi di pelo.

La pelliccia, una volta cresciuta, può avere caratteristiche e colori tra i più disparati, a seconda dell’esemplare.

Le orecchie sono una parte importantissima del corpo: hanno un ruolo cruciale nella termoregolazione (cioè la regolazione della temperatura), in quanto sono attraversate da moltissimi vasi sanguigni.

Consentono, inoltre, di avere un udito molto sofisticato. Grazie alle lunghe e ampie orecchie, infatti, i coniglietti sono in grado di percepire vibrazioni anche a notevole distanza.

Sono, però, anche estremamente delicate e, al contrario di quanto si possa pensare, non devono assolutamente essere utilizzate per afferrarli.

Esistono, infatti, modi specifici per prendere in braccio un coniglio domestico.

Anche la sua vista è eccellente: il suo campo visivo gli consente di vedere in tutte le direzioni senza muovere la testa.

Anche se non sembra, guarda ogni cosa, da ogni lato.

Le Razze di Conigli domestici più diffuse

Coniglio Nano Ariete
Nella foto un bellissimo Coniglio Nano Ariete che si riconosce per la sua particolare caratterristica fisica: le orecchie rivolte verso il basso.

Il registro anagrafico realizzato da Anci (Associazione Nazionale Coniglicoltori Italiani) conta 43 principali razze di conigli italiani, suddivise in base a peso e struttura del pelo.

Corpo robusto, masse muscolari carnose, pelliccia pigmentata e colorazione scura dell’iride contraddistinguono, in generale, il classico coniglio italiano.

Scopriamo, però, quali sono le razze di coniglio nano maggiormente diffuse in Italia:

A queste, se ne aggiungono ovviamente molte altre, tra cui il coniglio american fuzzy lop, coniglio mini rex, coniglio nano hot hot, coniglio ermellino.

Carattere e indole del coniglio domestico

Coniglietti nani appena nati

Accogliere un animale domestico è un impegno importante e serio, che comporta grandi responsabilità ma che, allo stesso tempo, ripaga con tutto l’amore che i nostri amici pelosi (e non) posso offrire.

Abbiamo visto come il nostro piccolo coniglietto si contraddistingua spesso per dolcezza e tranquillità.

La piccola taglia lo rende adatto anche ad ambienti più limitati ma non credere, però, che basti solo l’angusto spazio di una gabbia per farlo vivere bene.

I conigli, infatti, sono sì noti per essere animali fifoni, ma in realtà sono animali anche molto curiosi: amano esplorare ogni spazio a loro disposizione e si divertono a correre e saltare.

Ti capiterà di trovare il tuo coniglietto a frugare negli angoli più nascosti e impensabili della casa e a cercarlo chissà dove, per poi trovarlo beato a curiosare e riposare in nascondigli segreti.

Il Coniglio è un animale dal carattere docile e socievole

L’indole del coniglio domestico è abbastanza pacata: è un animale docile, simpatico e un pò timido.

È spesso affettuoso e socievole.

Coniglio nano animale domestico
Il coniglio ha un carattere docile e affettuoso. Pur conservando un’indole prudente a causa della sua natura di animale predato, riesce ad instaurare dei buoni rapporti di convivenza con il proprietario.

Non dimenticare mai, però, che resta un animale selvatico: rispetto a un gatto o a un cane, è più complicato conquistarsi la sua fiducia e diverso è il suo modo di comunicare e manifestare affetto.

È estremamente intelligente, tenero, ma anche dispettoso, permaloso, testardo e vendicativo.

Diventa fondamentale, quindi, rispettare i suoi tempi e il suo carattere (unico per ogni esemplare), nonché usare il giusto approccio.

Ottenere la fiducia e l’affetto incondizionato del tuo coniglio, dunque, sarà un viaggio lento ma intenso e, una volta ottenuto, il suo amore sarà esclusivo, totale e duraturo.

Per quanto fifone, inizialmente schivo e diffidente, il coniglio è inoltre un animale di indole gregaria: questo fa sì che viva sicuramente meglio in compagnia di un suo simile.

Nel caso tu voglia adottarne più di uno, ricorda che l’inserimento è molto delicato e comporta degli accorgimenti precisi.

Esistono, inoltre, misure diverse a seconda che i coniglietti siano maschi o femmine.

Così come mirato e guidato deve essere l’inserimento con altri animali – soprattutto se predatori – e con bambini.

Bisogna insegnare ad animali e bimbi come approcciare ad un animale che resta, di fatto, una preda.

Per introdurre nel modo giusto il nuovo arrivato puoi documentarti nella sezione tematica dedicata ai conigli e chiedere supporto al tuo veterinario di fiducia.

Le abitudini più frequenti del coniglietto domestico 

Coniglio domestico

Oltre ad esplorare e scavare, i coniglietti amano rosicchiare.

Questa attività è una vera esigenza: i loro denti, infatti, crescono di continuo e, rosicchiando, ne regolano la lunghezza.

Ti consiglio di mettere in sicurezza la tua casa, sia per la salvaguardia del coniglio che del tuo arredamento.

Questi piccoli animali, infatti lasciano segni nel cuore ma, spesso, anche negli oggetti che li attirano particolarmente!

Fai attenzione ai cavi elettrici, ai mobili, ad oggetti in gomma (di cui a volte vanno ghiotti pur non essendo per loro salutare) e a qualsiasi cosa su cui possano mettere i denti.

Procura al tuo pet, invece, rametti di legno (assicurandoti che siano adatti e non tossici) o giochi specifici.

Pur essendo amanti dello spazio in generale, i conigli adorano anche averne uno proprio; sono molto territoriali e abitudinari; non amano che questo venga cambiato o invaso spesso.

Sono pets estremamente puliti e, già da soli, provvedono alla loro igiene e alla pulizia costante del pelo.

In quanto prede, infatti, il loro istinto è inoltre quello di eliminare ogni odore.

A te spetterà comunque avere cura della pelliccia in tempi di muta, con adeguati strumenti di pulizia: eviterai, così, che ne ingerisca quantità eccessive, andando incontro a blocco intestinale e altri problemi di salute.

Hanno, ancora, un modo di comunicare molto particolare: non emettendo alcun suono (se non in rari casi e per motivi ben precisi), comunicano prevalentemente tramite il linguaggio del corpo.

Col tempo e la continua osservazione anche dei più piccoli gesti e posizioni scoprirai quante cose “dice” il tuo coniglio.

Se hai un coniglietto o se decidi di accoglierne uno, ti consiglio di raccogliere le informazioni necessarie per imparare a comprendere il suo linguaggio e creare così un meraviglioso legame con lui.

Curiosità sul coniglio

Conigli domestici

Conoscere alcune nozioni sulla vita in natura del coniglio, ti consentirà di ricreare uno spazio adeguato anche per il tuo pet da compagnia.

Qualche curiosità: il nome “coniglio” deriva dal latino “cuniculus”, chiamato così dal poeta latino Catullo per la sua abilità a scavare tane profonde e labirinti pieni di cunicoli e grotte.

Probabilmente, è nato in Africa milioni di anni fa: alcuni fossili testimoniano la sua esistenza fin dai tempi dei dinosauri.

In seguito, è stato venduto nei paesi del Mediterraneo per poi diffondersi in tutti i paesi del mondo; è l’unico mammifero (insieme all’opossum) ad essersi conservato uguale dalla preistoria a oggi.

Per millenni i conigli sono rimasti animali selvatici, considerati un pericolo dagli agricoltori: vivono in colonie numerose e sono così mangioni da spazzolare in poco tempo interi campi coltivati.

È anche difficile vederli, perché sono animali notturni ed escono a cercare il cibo di notte.

Solo negli ultimi tempi sono invece stati addomesticati.

Come costruire un ambiente adeguato al tuo coniglio domestico

Tenendo conto delle informazioni evidenziate fin ora, pensare di tenere un coniglio in casa chiuso tutto il giorno, in una minuscola gabbia, è profondamente sbagliato e doloroso per lui.

La soluzione migliore sarebbe quella di lasciarlo totalmente libero in casa o in giardino, ovviamente con le dovute accortezze.

Se ciò non ti è possibile, crea un ambiente circoscritto ma quanto più possibile ampio, in cui possa giocare, saltare, divertirsi e, allo stesso tempo, sentirsi al sicuro.

Puoi scegliere di allestire un recinto o di prendere una gabbia grande e spaziosa, da collocare all’interno o all’esterno della tua abitazione a seconda delle tue esigenze e possibilità.

Ne esistono di tutti i tipi: da quelle più essenziali a vere e proprie casette ad uno o più piani.

Le accortezze e le misure da adottare cambiano molto a seconda di dove tu decida di tenere il tuo piccolo amico.

L’alimentazione di un coniglio domestico

Coniglio con Mangime Estruso
In commercio sono disponibili moltissime varietà di fieno ed di mangimi estrusi per garantire al coniglio un piano alimentare completo e bilanciato

Un’altra differenza tra conigli e roditori è che i conigli sono erbivori e i roditori sono onnivori.

L’alimentazione del coniglio in natura prevede principalmente:

  • fieno,
  • erba,
  • fiori.

Il fieno è l’alimento indispensabile per il coniglio, in quanto è ricco di fibre, consente di consumare i denti e permetterne la crescita continua.

Il tuo amico dovrà e potrà cibarsene in maniera illimitata, a differenza di altri cibi e mangimi da somministrare con parsimonia, quali ad esempio:

Tenere un pet del genere necessita una preparazione particolare riguardo la loro alimentazione, fatta di molti miti da sfatare.

Ascolta sempre le indicazioni di un veterinario esperto in esotici riguardo gli alimenti che il tuo specifico coniglio può assumere, le dosi corrette e i tempi giusti per introdurli.

Come e dove scegliere il tuo coniglio domestico

Coniglio con bambina

È possibile accogliere questi pet attraverso canali diversi:

  • adozioni tramite associazioni;
  • acquisto o adozione tramite privati;
  • acquisto in negozi o allevamenti specializzati.

Solitamente l’adozione non ha costi, anche se è preferibile fare una donazione spontanea all’associazione da cui si adotta.

Se inveci decidi di acquistare un coniglio, i prezzi variano in base alla razza e a chi ci si rivolge.

Si va da un minimo di 25 euro fino a 100 euro e oltre per le razze più rare.

Se intendi acquistare un coniglio domestico, ti consiglio di rivolgerti soprattutto ad allevamenti di conigli che, seppur con prezzi più alti, offrono maggiori garanzie su razza e condizioni di allevamento.

Ad ogni modo, è buona abitudine far visitare da un veterinario esperto in esotici il tuo cucciolo appena arrivato, così da valutarne lo stato di salute e intervenire tempestivamente in caso di problemi e patologie.

Ultime curiosità: quanto costa tenere un coniglio

Coniglietto con bambino
Il Coniglio Domestico è un ottimo animale da compagnia da tenere in casa.

Alla spesa iniziale, qualora ci fosse, dovrai aggiungere spese di routine per:

Alcune spese saranno costanti, altre sporadiche.

Ad ogni modo tenere un coniglietto non è così economico come si tende spesso a credere.

È un impegno importante, fatto di responsabilità e amore.

E che, però, regala altrettanto affetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *